L’etereum è sotto minaccia, poiché il dollaro corregge l’eccesso

L’etereum è sotto minaccia, poiché il dollaro corregge l’eccesso

L’aumento dell’Etereum è stato trainato dal calo del dollaro USA, che ultimamente è diminuito in modo significativo. Tuttavia, se i dati economici positivi negli Stati Uniti dovessero persistere, il movimento al rialzo dell’ETH/USD potrebbe terminare.

L’etereum ha raggiunto un nuovo massimo in agosto, riconquistando per la prima volta il livello di 400 dollari per 2 anni, ma il rialzo e il ribasso di Bitcoin Era avrebbero potuto essere più una funzione del declino del dollaro USA che gli investitori che entrano in ETH/USD. Il dollaro è stato sotto pressione in quanto i rendimenti statunitensi si sono diretti verso i minimi storici, ma i recenti dati economici negli Stati Uniti sono stati migliori del previsto, il che ha aiutato il dollaro ad aumentare la trazione e ha limitato la spinta al rialzo nel trading di ETH/USD e Bitcoin.

Calo del rendimento degli Stati Uniti e pesa sul dollaro

Il rendimento degli Stati Uniti è sceso con i numeri di 10 anni che hanno raggiunto il minimo storico di 50 punti base, ma è tornato al livello di 70 punti base. Il declino è stato una funzione dei dati americani di una settimana. In aprile il numero di richieste di lavoro senza lavoro ha superato il record di 22 milioni. La Fed è passata a tassi più bassi spingendoli a zero, il che ha pesato sul rendimento a 10 anni e nei mesi successivi ha spinto il benchmark a un livello record.

Il calo dei rendimenti statunitensi ha pesato sul biglietto verde. Questo ha portato l’indice del dollaro, che è il dollaro contro un paniere di valute, da un massimo di marzo a 103, a un minimo di agosto a 91,75. Si è abbassato man mano che il differenziale dei tassi d’interesse, il rendimento tra gli Stati Uniti e gli altri Paesi, si è spostato a favore di questi ultimi. Si è diffuso il timore che il dollaro non sia più considerato la valuta di riserva mondiale.

Variazione dei dati economici

Con l’avvicinarsi del calendario a settembre, i dati hanno cominciato a girare meglio nelle informazioni sulla produzione statunitense rilasciate dall’Institute for Supply Management, hanno mostrato che i responsabili degli acquisti erano ottimisti. L’indice ISM è salito a 56 in agosto da 54. A luglio è stato migliore del 54,8 previsto dagli economisti. L’aumento è stato il miglioramento più rapido dalla fine del 2018. L’indice ISM era di 30 all’inizio della pandemia, ma si è spostato più in alto contribuendo a far boare il biglietto verde all’inizio di settembre. La salita costante assomiglia al trend di recupero a forma di V.

L’etereum potrebbe andare in stallo ma il 400 sembra tenere

I dati economici più forti del previsto hanno spinto il dollaro, che ha inizialmente limitato il movimento al rialzo di ETH/USD. Il prezzo settimanale del cambio si sta allontanando dal territorio di ipercomprato. L’indice di forza relativa (RSI) sembra aver raggiunto un picco vicino a 80, che è stato superiore al livello di attivazione dell’ipercomprato di 70.

Il movimento verso il basso al di sotto del 70 riflette l’accelerazione del momento negativo. Inoltre, lo stocastico veloce, che è un oscillatore di quantità di moto che misura sia la quantità di moto accelerante che decelerante, nonché la lettura di ipercomprato e ipervenduto, ha generato un segnale di crossover sell in territorio di ipercomprato. La lettura corrente sullo stocastico veloce è 81, al di sopra del livello di trigger di ipercomprato di 80, che potrebbe prefigurare una correzione continuativa nell’ETH/USD.

Lo slancio a medio termine è positivo a piatto. L’indice MACD (moving average convergence divergence) ha generato un segnale di acquisto crossover a luglio. Questo si verifica quando la linea MACD attraversa la linea del segnale MACD. L’istogramma sta stampando in territorio positivo con una traiettoria inclinata verso l’alto che punta a macinare prezzi più alti.

La linea di fondo

In sintesi, sembra che il movimento di ETH/USD sia stato trainato dal calo del dollaro USA che è sceso di oltre il 12% da quando ha raggiunto il massimo di 103 nel marzo del 2020. L’ETH/USD ha beneficiato e ha riconquistato il livello di 400 dollari e si sta attualmente consolidando in prossimità di tale fascia.

Il tasso di cambio è in eccesso di acquisti e lo slancio negativo sta accelerando, il che significa che l’ETH/USD potrebbe correggere ancora di più. Se i dati economici positivi negli Stati Uniti dovessero persistere, la tendenza al rialzo del tasso di cambio ETH/USD potrebbe essere finita.